Jan 082018
 

Gli americani spendono più di 30 miliardi di dollari l’anno su integratori alimentari – vitamine, minerali e prodotti a base di erbe, tra gli altri – molti dei quali sono inutili o di dubbio vantaggio per coloro che li prendono. Questo viene a circa 100 dollari all’anno per ogni uomo, donna e bambino per sostanze che spesso sono di valore discutibile.

Il passaggio della legge sugli integratori alimentari e l’educazione del 1994 ha aperto i portali ad un settore che può portare questi prodotti sul mercato senza fornire alcuna prova alla Food and Drug Administration che siano sicuri ed efficaci nelle persone.

Cosa dice la legge?

La legge consente ai prodotti di essere promossi come “sostenendo” la salute di varie parti del corpo se non viene fatto alcun pretesto per impedire, trattare o curare eventuali disturbi. La formulazione sembra non impedire a molte persone di assumere che “sostegno” si traduca in un vantaggio comprovato. Dopo il 1994, le vendite di una vasta gamma di integratori sono aumentate e, dato che la legge lo ha permesso, molti continuano ad essere venduti anche dopo che la ricerca di alta qualità ha dimostrato di non essere migliore di un placebo a sostenere la salute. Il governo può fermare le vendite di un singolo prodotto solo dopo che è sul mercato e dimostrato essere errato o pericoloso. L’ultimo studio pubblicato nell’ottobre di JAMA ha rilevato che l’uso complessivo di integratori alimentari da parte di adulti in questo paese è rimasto stabile dal 1999 al 2012, anche se alcuni integratori sono scesi a favore, mentre l’uso di altri è aumentato.

 Posted by at 9:04 am

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)